Profilo

Prima esperienza del genere in Italia, il Fondo Regionale per l’Audiovisivo è stato istituito grazie alla Legge Regionale sul Cinema (n. 21, 6 novembre 2006). Con la modifica del 27 ottobre 2010 la gestione è stata affidata all’Associazione Fondo per l’Audiovisivo del Friuli Venezia Giulia. Finanziato dall’Assessorato alle Attività Produttive della Regione Friuli Venezia Giulia, il Fondo si pone come obiettivo principale quello di favorire lo sviluppo delle imprese locali che operano nel settore della produzione audiovisiva, nonché di contribuire alla qualificazione delle relative risorse professionali.

Attraverso l’istituzione di più Bandi all’anno l’Amministrazione Regionale, tramite il Fondo, concede contributi ad imprese di produzione indipendenti aventi sede nel Friuli Venezia Giulia fino alla misura massima del 50 per cento della spesa ammissibile per la formazione (per la partecipazione a corsi di formazione nazionali ed europei delle professionalità del settore con borse di studio per singoli oppure alle imprese per i loro collaboratori con particolare riguardo alle figure di regista, sceneggiatore, producer, montatore, operatore di ripresa e tecnico del suono), lo sviluppo di progetti (fase che comprende tutte le attività che intercorrono fra l’idea e la vigilia della produzione come la scrittura del progetto, ricerche, casting, sopralluoghi, l’opzione e l’acquisizione di diritti, l’assistenza legale, la ricerca di possibili finanziatori, contatti per la distribuzione, la realizzazione di un promo) e la distribuzione di prodotti audiovisivi destinati al mercato regionale, nazionale e internazionale (comprende non solamente la promozione e il marketing delle opere realizzate e la loro circuitazione nei festival, nelle rassegne e nei premi dedicati al settore ma anche una maggiore disponibilità finanziaria durante la produzione per rendere il prodotto maggiormente competitivo); il beneficiario dovrà garantire il resto del finanziamento. Per le borse di studio, il contributo potrà arrivare al 90 per cento.

Accanto all’ordinaria attività di sostegno finanziario ai progetti presentati dalle imprese locali, il Fondo per l’Audiovisivo organizza una serie di eventi principalmente finalizzati allo sviluppo dell’industria audiovisiva regionale. L’obiettivo è quello di offrire, da un lato, nuove opportunità di tipo formativo, dall’altro, occasioni d’incontro dedicate ai professionisti del cinema provenienti da tutto il mondo. Di seguito vengono riportate le principali iniziative organizzate e promosse dal Fondo per l’Audiovisivo nel corso degli ultimi quattro anni:

Realizzato all’interno del TRIESTE FILM FESTIVAL, WEMW è uno dei principali incontri di co-produzione tra industrie cinematografiche dell’Europa Orientale e Occidentale, che riunisce ogni anno alcuni dei principali rappresentanti del settore audiovisivo europeo. Il principale obiettivo dell’evento è quello di dare un quadro dettagliato delle due aree, così da offrire ai partecipanti la possibilità di capire pienamente le opportunità di coproduzione e distribuzione.

  • TIES THAT BIND Asia/Europe Co-Production Workshop
    Udine, 26/30 aprile 2016 28 aprile/2 maggio 2015  29 aprile/3 maggio 2014  22/26  aprile 2013  21/26 aprile 2012  3/7 maggio 2011   25/28 aprile 2010     26/28 aprile 2009  21/22 aprile 2008

TIES THAT BIND (Legami che uniscono) è un workshop internazionale dedicato alle coproduzioni cinematografiche tra Asia ed Europa ideato da Fondo per lAudiovisivo del Friuli Venezia Giulia, EAVE (European Audiovisual Entrepreneurs Europe) e Far East Film Festival in collaborazione con il  Festival di Busan e, a partire dal 2015, con la collaborazione di SAAVA (Southeast Asian Audio-Visual Association) di Singapore, fondatore del Southeast Asian Film Financing Forum (Saff).  Il progetto nasce e gode del supporto di CREATIVE EUROPE MEDIA, programma dell’Unione Europea per il sostegno alla produzione audiovisiva. Ties That Bind riunisce dieci produttori asiatici e europei con dei progetti cinematografici in sviluppo e cinque esperti di altissimo profilo provenienti dal settore della distribuzione e delle vendite, ma anche da rinomati festival e mercati di co-produzione, e fondi internazionali; questi cinque professionisti, che sono molto interessati al mercato asiatico, parteciperanno attivamente alle varie attività del programma. Oltre a creare rapporti di lavoro e collaborazioni a lungo termine, Ties that Bind offre sessioni con i più rinomati esperti europei e asiatici per quanto riguarda lo sviluppo della sceneggiatura, le co-produzioni, i problemi legali, i finanziamenti, la distribuzione, le vendite e molti altri aspetti del settore. Gli incontri tra i partecipanti e i più importanti decision makers costituiscono una parte fondamentale del programma di lavoro.

  • SET APERTO
    Trieste, novembre 2011

Nuovo percorso formativo organizzato dal Fondo per l’Audiovisivo del FVG per comprendere i meccanismi che si nascondono dietro alla produzione di un film. I 70 ragazzi partecipanti all’iniziativa, realizzata con il sostegno del Comune di Trieste – Area Educazione, Università e Ricerca nell’ambito dei Piani Locali Giovani – Città Metropolitane promossi e sostenuti dal Dipartimento della Gioventù – Presidenza del Consiglio dei Ministri in collaborazione con l’ANCI Associazione Nazionale Comuni Italiani, hanno avuto l’opportunità di assistere alle riprese di un cortometraggio girato da professionisti di fama nazionale. Una sorta di spettacolo interattivo in cui le diverse figure professionali non sono state solamente impegnate sul set nella concreta realizzazione del corto, ma hanno svolto anche la funzione di veri e propri tutor, fornendo spiegazioni sulle scelte tecnico-artistiche e sulle dinamiche che caratterizzano la produzione di un film.

  • EURODOC 2009/2011
    Gorizia, 19/26 settembre 2009

Nel 2009 il Fondo Regionale per l’Audiovisivo ha avviato una collaborazione a lungo termine con EURODOC, il più importante corso europeo di formazione continua rivolta a produttori e autori di documentari. Il progetto è stato sviluppato assieme al Fondo Nazionale del Cinema Sloveno e al Fondo Nazionale del Cinema Croato, al fine di garantire per i prossimi tre anni la partecipazione al corso di almeno un produttore per ciascuna delle tre aree coinvolte nell’evento e rafforzare la collaborazione con i professionisti provenienti dall’Europa sud-orientale. Nel mese di settembre la città di Gorizia, oltre ad aver ospitato la terza sessione del corso annuale, ha inaugurato la prima edizione di Eurodoc Transregional Workshop, corso intensivo di una settimana rivolto esclusivamente a 12 professionisti provenienti da Slovenia, Croazia e Friuli Venezia Giulia.

  • EUROREGIO AUDIOVISUAL MEETING
    Trieste, 10/11 marzo 2008

Nella politica europea per Euroregione si intende una struttura di cooperazione transnazionale fra due o più territori collocati in diversi Paesi dell’Unione Europea o del continente in genere. Nel mese di marzo 2008, a Trieste, il Fondo Regionale per l’Audiovisivo del Friuli Venezia Giulia ha organizzato un nuovo incontro con i produttori, i distributori e i rappresentanti dei fondi per l’audiovisivo provenienti dai Paesi e dalle regioni appartenenti all’area dell’EUROREGIONE: Friuli Venezia Giulia, Veneto, Slovenia, Croazia e Austria. Nell’arco di due giorni le cinque delegazioni si sono confrontate su diversi aspetti legati alla produzione audiovisiva ed alla collaborazione internazionale, avviando un’attenta riflessione sullo stato attuale dei rapporti e sulle esperienze finora realizzate.

  • CONVEGNO SULLA PRODUZIONE AUDIOVISIVA IN LINGUA MINORITARIA
    Udine, 29/30 novembre 2007

Le opere audiovisive in lingua minoritaria raccontano storie dalle caratteristiche uniche, capaci di esprimere l’identità di culture differenti e spesso inesplorate. Il più delle volte tutte queste produzioni hanno una visibilità circoscritta alla sola regione in cui sono state realizzate. Il primo Convegno sulla Produzione Audiovisiva in Lingua Minoritaria ha riunito a Udine diverse delegazioni regionali composte da rappresentanti di fondi per l’audiovisivo, produttori indipendenti e broadcaster per presentare i rispettivi lavori e sviluppare nuovi progetti.  Le delegazioni regionali presenti al convegno hanno seguito un intenso programma di conferenze, dibattiti, workshops e proiezioni, cercando di trovare una risposta alla domanda “è possibile creare un network di produzione audiovisiva in lingua minoritaria?” Il Convegno sulla Produzione Audiovisiva in Lingua Minoritaria è stato organizzato dal Fondo Regionale per l’Audiovisivo, dall’Assessorato alla Cultura del Friuli Venezia Giulia – Servizio Identità Linguistiche, dall’ARLeF – Agenzia Regionale per la Lingua Friulana, e da RAM – Ricerche Audiovisive e Multimediali.

http://livregratis.fr/ - http://club-ebook.fr/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi